Home ]

 Sanità digitale

 

Home

 NESSUNA SPESA DI SPEDIZIONE
per ogni ordine pari ad almeno 25 euro

 

 


Giuseppe Mastronardi e Sergio Ferri

Sanità Digitale e Privacy
La certificazione sulla privacy per i professionisti della Sanità

ISBN 978−88−87752−97-7

 

Introduzione

Il libro è focalizzato sulle problematiche della protezione dei dati personali degli utenti dei servizi sanitari, dati che sono considerati critici e di rilevante importanza sia per i pazienti, che per gli hacker in quanto il maggior numero di attacchi ai sistemi informatici negli USA vengono effettuati proprio contro i sistemi informativi delle strutture sanitarie.

Il libro è destinato a tutto il personale sanitario e amministrativo che opera nelle aziende del Sistema Sanitario Nazionale e i titoli dei suoi capitoli corrispondono al Syllabus AICA che ha lo stesso titolo.

Nella Sezione 1. La Normativa Privacy in Sanità vengono riportate le analisi delle normative che riguardano la privacy nel settore sanitario. Il capitolo 1 presenta un’introduzione al concetto di protezione dei dati personali ed introduce il Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), nel seguito denominato Codice Privacy o Codice. Il capitolo 2 esamina nello specifico il trattamento dei dati sanitari, ovvero il Titolo V della Parte II del Codice sulla Privacy, dall’articolo 75 al 94. Nel capitolo 3 è stata affrontata la tematica dell’organizzazione e il governo della protezione dei dati nella sanità. Il capitolo 4 sviluppa la tematica delle nuove tecnologie applicate alla sanità evidenziando le problematiche relative al loro utilizzo. Il capitolo 5 fornisce informazioni sul nuovo Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati), approvato il 27 aprile 2016. Il capitolo 6 è focalizzato sulle autorizzazioni e i provvedimenti emanati dal Garante in ambito sanitario. Infine completa la sezione la bibliografia e la sitografia che possono essere fonte di ulteriori approfondimenti.

Nella Sezione 2 Norme, Autorizzazioni e Provvedimenti generali sono stati riportati integralmente i testi dei documenti ritenuti di rilevante interesse in ambito sanitario e che integrano i contenuti della Sezione 1.

Al fine di rendere maggiormente fruibile il testo nella Sezione 1 sono stati utilizzati alcuni accorgimenti tipografici:

- i testi di norme e provvedimenti e i loro titoli, quando sono riportati integralmente, sono in carattere corsivo;

- all’interno di un riquadro sono stati inseriti gli indirizzi per il download da web e il QR-code per poter leggere per mezzo di un dispositivo mobile dei testi di documenti che possono integrare le conoscenze relative ai contenuti del libro.

Le figure riportate nel testo sono state estratte dai siti web del Ministero della salute e dell’Autorità garante per la protezione dei dati.

Prima di iniziare l’analisi della normativa è necessaria una premessa che inquadri i concetti di privacy e di dati sensibili in generale, cioè senza alcun riferimento ad uno specifico settore.

Nel D.lgs.196 del 2003 Protezione dei dati personali i dati riguardanti la salute di una persona sono considerati dati sensibili e sono definiti come: “Un dato personale che, per la sua natura, richiede particolari cautele: sono dati sensibili quelli che possono rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose o di altra natura, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati o associazioni, lo stato di salute e la vita sessuale delle persone”.

Volendo dare una definizione anche al termine Privacy si possono utilizzare le traduzioni italiane quali riservatezza e privatezza, ma originariamente la Privacy era stata definita come il diritto alla riservatezza della propria vita privata, “the right to be let alone”, descritto in un saggio sulla riservatezza del 1890 “The right to privacy” dagli avvocati statunitensi Louis D. Brandeis e Samuel Warren. Nella realtà contemporanea, con il concetto di privacy non si deve intendere soltanto il concetto originario, cioè il diritto di proteggere la propria sfera privata, ma soprattutto il diritto di controllare l'uso e la circolazione dei propri dati personali che costituiscono un bene primario dell'attuale società dell'informazione.

Il diritto alla privacy e, in particolare, alla protezione dei dati personali, costituisce un diritto fondamentale delle persone, direttamente collegato alla tutela della dignità umana, come sancito anche dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea.

Formato 17x24 - 224 pagine - 20 euro

SE VUOLE RICEVERLO DIRETTAMENTE A CASA CLICCHI QUI

[DISPONIBILE ANCHE IN E-BOOK]

 

Copyright © 1999-2017 Edizioni Manna
Per tornare alla HOME PAGE clicchi qui
Tutto il contenuto di questa pagina è proprietà intellettuale delle Edizioni Manna; la riproduzione è concessa solo dopo richiesta e approvazione via mail.
Le Edizioni Manna non sono in alcun modo responsabili del contenuto di siti esterni i cui link sono eventualmente indicati in questa pagina.